• teaser1

     

  • teaser2
  • teaser3

Il Viaggiatore Pellegrino

Invito

mostra “ Il viaggiatore pellegrino e gli affreschi sindonici en plein air 

Biblioteca Nazionale Universitaria – piazza Carlo Alberto, 3 Torino

dal 4 al 30 Giugno 2015

A complemento del richiamo religioso dell’Ostensione della Sindone, la mostra "Il viaggiatore pellegrino e gli affreschi sindonici en plein air" offre ai visitatori un ardito ed intrigante accostamento tra passato e  contemporaneità.

Nella medesima sala saranno esposte una selezione di cinquanta pannelli fotografici di affreschi sindonici presenti sulle pareti di case, palazzi, cappelle, chiese di numerose località piemontesi, accanto alle interpretazioni eseguite da artisti contemporanei sul tema del viaggiatore pellegrino.

Gli affreschi sindonici in mostra sono uno straordinario patrimonio culturale, storico e devozionale che racconta storie di quotidiana memoria, dal 1650 ad oggi, che si snoda nel tempo ed in questa mostra evolve con forza espressiva nelle opere degli autori contemporanei.

torino 80x100 il viaggiatore pellegrino tec mista a maggio 2015 mangiacapraDettaglio 

La mostra si propone di evidenziare come la Sindone, per antonomasia icona di spiritualità, possa rappresentare valori laici come la salvaguardia della memoria e della storia e simboleggiare, in riferimento all'analogia tra pellegrino e viaggiatore, la possibile destinazione di molti viaggi, nello spazio e nel tempo,  intrapresi per soddisfare la curiosità, esercitare esperienze, testimoniare con la propria presenza. Le ragioni profonde che muovono il pellegrino verso il simbolo sacrale della sua destinazione sono le stesse del viaggiatore appassionato: Icaro, Ulisse, i Magi, Dante rappresentano nell’immaginario collettivo solo alcuni dei simboli di una ricerca che si fa anche movimento e viaggio, esempi di come il linguaggio artistico può diventare intima parte di queste esperienze per aiutare durante il cammino, celebrare la mèta raggiunta, raccontare l’emozione della scoperta.

Per simboleggiare il senso gioioso e universale dell’avventura la Biblioteca Nazionale Universitaria espone nella mostra una dei suoi manoscritti con miniature meno noti, eppure straordinario: “Il Ditta mondo col commento di Guglielmo Cappello”, versione del 1427 dell'opera cui lavorò Fazio degli Uberti dal 1346 alla morte, senza riuscire a completarla.

 Esso racconta il viaggio fantastico da lui intrapreso, in compagnia del geografo romano Gaio Giulio Solino, per percorrere tutto il mondo allora conosciuto dopo un incontro con la figura allegorica della Virtù, che gli offre la possibilità di descrivere i panorami e le particolarità delle città visitate.

Nella sezione di arte contemporanea dell'esposizione sono presenti gli autori:

Giovanni Mangiacapra Walter Accigliaro, Toni Arch, Vito Aroma Mirarchi, Imelda Bassanello, Marco Bianchi, Fabio Bix, Stefano Boschetti, Eveline Cavallo, Mariella Crosio,  Annalisa Di Meo, Silvestro Saverio Ferrero, Carlo Guidetti, Roberto Lucato,  Clara Luminoso, Marbi & Petsil, Anne Marie Marin, Maria Cristina Milazzo,  Daria Picardi, Silvia Venuti, Rita Vitaloni, Paulina Wagner

I contributi fotografici degli affreschi sindonici, tratti dalla pubblicazione del 2008 “Sindone, che passione! - affreschi en plein air” di Rosa Mellina e Mario Durando, dell'Associazione “Homo Ridens...homo Sapiens”  sono stati realizzati da: Antonio Aimar, Giorgio Bono, Enrico Davalle, Don Sergio, Gonella (foto 1991 – Fondazione Torino Musei), Carlo Griseri, Ernesto Ponza, Michele Salcito.

Il progetto è realizzato in sinergia dalla Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino con la sua Associazione Amici (ABNUT), www.bnto.librari.beniculturali.it, da Rosa Mellina, curatrice dell’esposizione degli affreschi sindonici en plein air, e, per la sezione di arte contemporanea, da ARTEres Consulting Bardini,  www.arteres.it
 

"Il Viaggiatore Pellegrino" 

un pensiero di  Giovanni Mangiacapra

Questo invito per me è stato veramente interessante come artista non avevo mai pensato di partecipare essere presento ad un impegno artistico così forte come tema. “Il viaggiatore Pellegrino” rappresenta per me, il viaggio che tutti fanno della propria vita, un percorso non sempre facile ma obbligatorio per tutti , questo molte volte lo si fa da soli perché a spiritualità sicuramente e anche un fatto sociale una cosa che riguarda tutti ma anche in modo solitario, questo altalenarsi ci accompagna per tutta la vita.

Questo lavoro è stato faticoso ma fatto di tanta volontà nel riuscirci nel raccogliere il segno che dovevo rappresentare che doveva dare la forza del tutto,

la mia storia artistica, oggi vive di esperienza astratta informale tuttora il mio percorso artistico guarda la non forma in senso classico, si rifà ad un linguaggio del segno le sue letture, anche le macchie di per se rappresentano momenti più forti e intensi, quindi come trovare il segno, il tempo e la riflessioni mi hanno aiutato per poter raccogliere meglio il mio lavoro.

Ultimamente sto lavorando molto con le matite che mi permettono di segnare dar una maggior forza al segno stesso, mi permettono leggerezza e posso percorre velocemente ora la carta ora la tela, i colori usati sono sti pochi ma tutti forti e vivaci.

Tornando al lavoro questo lavoro e pieno di segni che rappresentano la croce, una Croce Spirituale ed una materiale della fatica della sofferenza umana, una croce che si vede e di per se occupa nelle sue forme la tela. Equi mi sono sentito un “viaggiatore pellegrino, dove porto con me la mia voglia di messaggio di incontrare sempre gli altri, la croce incontra gli altri e non a bisogno di essere spiegata di per se rappresenta la Spiritualità e la forza della fede, tuti gli uomini e le donne globalmente la riconoscono e con essa viaggiano, emigrano continuamente, gli essere umani si sono sempre mossi per incontrare gli altri per “riconoscersi”.

Questo mio lavoro vuole essere anche una immagine di questa Sindone come figura universale di fede ma anche dove gli essere umani si possano identificare, per poter viaggiare in tutti i luoghi e nei prossimi tempi.

torino 80x100 il viaggiatore pellegrino tec mista a maggio 2015 mangiacapra3 

 

La mostra sarà inaugurata il 4 Giugno alle ore 16.00 e rimarrà aperta fino al 30 Giugno 2015 con orario di visita: dal Lunedì al Venerdì 9-18; Sabato 9-13

Per informazioni:  tel. 342 8251253 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  tel. 0118101113 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

logo

loggo-soqquadro   logo del gallo   logo Ramaglia  loghi-DoloresArt-Laboratory-e-Palazzo-Viti  logo cafeina     banca-etica1     logo Connessioni Culture Contemporanee     logo-facebook     

 

Abbiamo 18 visitatori e nessun utente online